Requisiti del centro di revisioni

Ecco tutti i requisiti che OBBLIGATORIAMENTE devi possedere per l'apertura di un centro di revisioni.
I requisiti richiesti dalla normativa riguardano aspetti differenti dell'attività di revisione che si distinguono in:

  • Requisiti dell'impresa che richiede l'autorizzazione alle revisioni
  • Requisiti dei locali in cui opererà il centro di revisioni
  • Requisiti delle attrezzature in uso al centro di revisioni
  • Requisiti del Responsabile Tecnico che effettuerà i controlli tecnici sui veicoli

Di seguito troverai nel dettaglio ogni categoria e i relativi requisiti richiesti.

A) Requisiti dell'impresa

REQUISITI DELL'IMPRESA 

  • Iscrizione alla Camera di Commercio del luogo presso dove si svolge l'attività
  • Per l'iscrizione alla camera di commercio è necessaria la presenza di uno o più Responsabili Tecnici (dipendente o socio) per ogni categoria richiesta (legge 122/92 e D.P.R. n. 558/99 art. 10). Il Responsabile Tecnico può essere solo uno, in possesso delle competenze necessarie per ogni categoria.
  • Le categorie di iscrizione richieste sono Meccatronica, Gommista e Carrozzeria
  • L'impresa deve dimostrare una adeguata capacità finanziaria, attestata da un Istituto Bancario o Società Finanziaria per mezzo di una dichiarazione di affidabilità e solvibilità. La capacità finanziaria deve essere pari a € 154.937,00 

B) Requisiti dei locali

REQUISITI DEI LOCALI

  • Superficie minima di 120 mq per linea di revisione auto e 80 mq per linea di revisione moto
  • Portone di ingresso con misure minime di 2,50m di larghezza e 3,50m di altezza
  • Il portone di ingresso deve essere inserito in un muro non più corto di 6,0m
  • L'altezza minima dei locali deve essere di 3,50m misurata dal calpestio interno del ponte sollevatore, al primo ostacolo posto sul soffitto (sia esso il soffitto stesso o qualsiasi oggetto sottostante  ad esso come lampade, tubazioni, travi, ecc.)

Nota Importante:
Relativamente all'altezza minima dei locali, numerose amministrazioni provinciali richiedono un'altezza, nel caso di utilizzo del ponte sollevatore e misurata dal calpestio interno dello stesso, di 5,30m. E' indispensabile pertanto conoscere preventivamente i requisiti richiesti dall'amministrazione provinciale di competenza.

Per qualsiasi supporto potrai chiedere informazioni compilando il modulo a bordo pagina.

C) Requisiti delle attrezzature

REQUISITI DELLE ATTREZZATURE

Il centro di revisioni deve utilizzare attrezzatura Omologata e software Approvati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) secondo le direttive in validità all'atto del rilascio dell'autorizzazione e queste devono essere mantenute aggiornate in caso di modifiche a tali direttive e nei tempi da queste indicati. L'attuale direttiva impone che le attrezzature siano Omologate secondo lo standard MCTC-Net2.
Il Centro di Revisioni deve essere in possesso delle attrezzature minime richieste, in accordo con le tipologie di veicoli che questi dichiara di poter revisionare. Nello specifico il Centro di Revisione deve essere in possesso di:

  • Pc Prenotazione con software PC-Prenotazione approvato
  • Pc Stazione con Software Pc-Stazione  approvato
  • Prova organi di sterzo Omologato installato su Ponte sollevatore o Buca di Ispezione:
    • Ponte sollevatore con portata minima di 3,5 Ton e lunghezza minima delle pedane di 4600 mm con approvazione CE
    • Buca di fondazione con costruzione secondo quanto prescritto dalla direttiva UNI EN 9721
  • Prova freni a rulli o a piastre Omologato con pesa integrata o esterna
  • Analizzatore gas di scarico Omologato
  • Opacimetro Omologato
  • Contagiri Omologato
  • Fonometro Omologato
  • Calibratore acustico riconosciuto dal costruttore del fonometro
  • Prova fari Omologato
  • Sistema di riconoscimento targhe approvato 
  • Stazione meteo in grado di rilevare Pressione, Umidità, temperatura e velocità del vento
  • Impianto/sistema di aspirazione gas di scarico

Queste attrezzature sono necessarie per un centro di revisioni auto.
L'allestimento di un centro di revisioni moto, in grado di eseguire prove tecniche su ciclomotori e motocicli necessita di alcune variazioni (indicate dall'asterisco *):

  • Pc Prenotazione con software PC-Prenotazione approvato
  • Pc Stazione con Software Pc-Stazione  approvato
  • (*)Ponte sollevatore per motocicli con portata minima di 0,6 Ton con approvazione CE
  • (*)Prova freni a rulli o a piastre Omologato con pesa integrata (le Omologazioni si distinguono tra veicoli a 2 ruote e veicoli a 2-3-4 ruote/quad)
  • (*)Analizzatore gas di scarico Omologato con sonde di prelievo specifiche per ciclomotori e motocicli
  • Opacimetro Omologato
  • Contagiri Omologato
  • Fonometro Omologato
  • Calibratore acustico riconosciuto dal costruttore del fonometro
  • Prova fari Omologato
  • Sistema di riconoscimento targhe approvato 
  • Stazione meteo in grado di rilevare Pressione, Umidità, temperatura e velocità del vento
  • Impianto/sistema di aspirazione gas di scarico
  • (*)Banco prova velocità omologato (le Omologazioni si distinguono tra veicoli a 2 ruote e veicoli a 2-3-4 ruote/quad)

Come anticipato all'inizio queste sono le attrezzature minime per l'allestimento di un centro di revisioni auto e moto, esistono configurazioni definite linee revisioni universali, in cui la maggior parte degli strumenti è in grado di operare su entrambe le tipologie di veicoli, con un conseguente risparmio nell'investimento iniziale e un notevole risparmio in termini di ingombri. Inoltre è possibile utilizzare più strumenti di una stessa categoria, al fine di creare un centro di revisioni multi-linea o, ad esempio, utilizzare strumentazioni differenti per differenti tipologie di veicoli, un esempio classico è la presenza di due analizzatori gas di scarico, uno dedicato ai test sugli autoveicoli e un secondo dedicato ai test sui ciclomotori e motocicli.

D) Requisiti del Responsabile Tecnico Revisioni

REQUISITI DEL RESPONSABILE TECNICO REVISIONI

Per l'ottenimento ed il mantenimento dell'autorizzazione all'esecuzione delle revisioni è necessario che l'azienda sia dotata di un soggetto preposto al controllo ed alla verifica delle operazioni di revisione, questo soggetto è definito come RESPONSABILE TECNICO (RT). I requisiti e i vincoli del Responsabile Tecnico sono definiti dall'articolo 240 del c.d.s. e le relative modificazioni introdotte dal D.P.R. n°360 del 05/06/2001.

Il soggetto designato quale responsabile tecnico può essere:

  • Il titolare di ditta individuale
  • Un socio, nel caso di società di persone
  • Un socio accomandatario, nel caso di società in accomandita semplice (s.a.s.) o in accomandita per azioni (s.a.p.a.)
  • Uno degli amministratori nel caso di società di capitali ( es. s.r.l.)
  • Il legale rappresentante del consorzio di imprese
  • Un soggetto differente purché sia:
    • Un dipendente
    • Un collaboratore di impresa familiare
    • Lavoratore autonomo
    • Collaboratore coordinato e continuativo
    • Dipendente di altro ente, pubblico o privato, purchè autorizzato dal datore di lavoro

Tale soggetto deve possedere i seguenti requisiti:

  • Avere la maggiore età
  • Non essere stato sottoposto a misure restrittive di sicurezza personale o a misure di prevenzione
  • Non essere stato interdetto o inabilitato o dichiarato fallito ovvero non avere in corso procedimento per dichiarazione di fallimento
  • Di essere cittadino italiano o di altro Stato membro della Comunità Europea, ovvero di uno Stato anche non appartenente alla Comunità Europea, con cui sia operante specifica condizione di reciprocità
  • Non avere riportato condanne per delitti, anche colposi, non essere stato ammesso a godere dei benefici previsti dall’art. 444 del Codice di Procedura Penale e di non essere sottoposto a procedimenti penali
  • Di aver conseguito un diploma di:
    • Perito industriale (o equipollente)
    • Geometra
    • Maturità scientifica
    • Diploma di Laurea in ingegneria
    • Diploma di Laurea breve in ingegneria
  • Essere fisicamente idoneo all'esercizio dell'attività in base a certificazione rilasciata da competente organo sanitario
  • Aver superato apposito corso di formazione organizzato secondo le modalità stabilite dal Dipartimento dei Trasporti Terrestri, qualora tale organo vi abbia provveduto

E' indispensabile inoltre conoscere i vincoli imposti dalla normativa all'operatività del Responsabile Tecnico, questi vincoli possono essere importanti per la corretta scelta del soggetto designato quale Responsabile Tecnico all'interno della vostra azienda. Il Responsabile Tecnico infatti:

  • deve svolgere la propria attività in maniera esclusiva e continuativa presso la sede operativa dell’impresa o del consorzio o del raggruppamento di un consorzio autorizzati. Non può operare per più di una impresa, per più di una sede operativa di una stessa impresa o per più di un consorzio o di un raggruppamento di un consorzio
  • deve essere presente a tutte le operazioni di revisione e deve certificare personalmente tutte le fasi che costituiscono le citate operazioni, in qualità di soggetto responsabile; non può delegare ad altri le proprie mansioni
  • Può assentarsi per un periodo non superiore a trenta giorni l’anno e sempre previa sostituzione con soggetto autorizzato dalla Provincia

Oltre a conoscere tutti i requisiti richiesti dalla normativa è indispensabile conoscere come questi devono essere dimostrati e quale documentazione è richiesta dalle Amministrazioni Provinciali per la presentazione della domanda di autorizzazione. 
Nella prossima sezione troverai una guida sulla documentazione richiesta dall'Amministrazione Provinciale.

Freccia articolo fw documentazione 300

Torna in cima